Estate 2021 all’insegna delle novità in campo social media

Dallo shop su WhatsApp all’algoritmo di Instagram: è un periodo ricco di novità. Una guida per scoprirle tutte e integrarle nella tua strategia.


Era nell’aria: le piattaforme di Mark Zuckerberg stanno cambiando e l’estate 2021 è il momento giusto per lanciare tantissime novità!

Dallo shop di WhatsApp all’algoritmo svelato di Instagram, senza dimenticare tutte le news business, come il punto di distribuzione e gli strumenti per i gruppi e l’addio a Facebook Analytics. Sono tante e fondamentalmente possono rivelarsi utili per la tua strategia di social media marketing.


In cosa consistono queste novità? Vediamole insieme a una a una.


Instagram svela il suo algoritmo


Tutti ci siamo chiesti almeno una volta perché Instagram ci propone determinati contenuti rispetto ad altri e perché alcuni post ci vengono visualizzati nel feed di più e altri di meno.

Ora queste nostre domande e supposizioni hanno una risposta, perché Instagram ha deciso di rilasciare un articolo d’approfondimento sul suo algoritmo.


Gli amici di Not Just Analytics hanno tradotto l’articolo e noi cercheremo di riassumerti i punti salienti sul funzionamento dell’algoritmo.


Iniziamo dalla prima notizia importante: Instagram non ha un unico algoritmo, ma differenti per proporre agli utenti un’esperienza personalizzata in base alle tracce che lasciano. Instagram, infatti, divide il funzionamento degli algoritmi in tre macro-aree: Feed e Stories, la sezione Esplora e i Reels.


All’interno del feed vengono mostrati i contenuti delle persone a cui gli utenti sono più legati e interessati, ovvero amici, parenti o influencer preferiti.


Le “tracce” che lasciamo sono le informazioni relative al contenuto:

  • Quanto è popolare il post, quando è stato postato, i tag e la geo localizzazione

  • Chi l’ha postato e tutte le info possibili per far capire a IG se è un profilo che potrebbe interessarti

  • La tua attività su IG rispetto a contenuti del genere. Le tracce di cui tengono conto sono: i post a cui hai messo like, che hai salvato e commentato in passato.

  • Interazione con un profilo: se commenti ogni post di quel profilo sicuramente ti verrà spesso mostrato nel feed. Quanti sono i secondi che spendi sul post, commenti, like, salvataggi e tap sul profilo della foto: sono tutte informazione che l’algoritmo raccoglie per comprendere se un profilo ti piace.

I post condivisi nelle stories un tempo erano limitati ma oggi, dopo gli avvenimenti dell’ultimo anno, hanno ottenuto maggior rilievo, in quanto gli utenti si sono ritrovati spesso a condividere nelle loro stories post su avvenimenti e informazioni importanti.



I Reels hanno preso sempre più piede e sono uno strumento molto utilizzato. Le azioni che hanno più peso sono: se lo guardi fino in fondo, se metti like, se commenti mostrando divertimento e se vai alla pagina Audio.


Per vedere ciò a cui sei interessato devi interagire con profili e post che ti piacciono.

  • Creare una lista degli amici stretti per dare la priorità a queste persone nel feed e nelle stories.

  • Silenziare i profili che non ti interessano senza smettere di seguirli

  • Segnalare i post con “non interessanti” quando non sono di tuo gradimento.

Capire come funziona l’algoritmo di Instagram e la conseguente distribuzione dei contenuti sulla piattaforma ci aiuta a comprendere come realizzare contenuti nella nostra social media strategy.


Tutte le news per gli Shop sui social


Mark Zuckerberg ha introdotto nuovi ed importanti cambiamenti su tutte le sue piattaforme per rendere la permanenza degli utenti più personalizzata e soddisfacente possibile. Ha aggiunto nuovi strumenti per la gestione business per quanto riguarda i brand e le aziende per offrire così la possibilità di fare analisi sempre più dettagliate relative al proprio target e alla copertura dei propri contenuti.

Instagram ha introdotto:

  • Dati statistici dei Reels

  • Dati statistici delle Live

  • Nuova visualizzazione dei dati generali del profilo con maggiori e utili informazioni (es: divisione della copertura in organiche e sponsorizzate, suddivisione del pubblico in follower e non follower)

Dal 1° luglio Facebook Analytics, lo strumento per capire come le persone interagiscono con il tuo sito e la tua pagina Facebook, non è più disponibile. Tutti i dati dettagliati sul pubblico, sui contenuti e le tendenze ora si trovano su Facebook Business Suite, in una versione innovativa di Insight.


Questi nuovi dati statistici forniscono una maggiore trasparenza sulla tipologia degli account che raggiungiamo con i nostri contenuti.

La suddivisione della copertura in base al tipo di contenuto, ad esempio, aiuta a capire quali sono i formati che performano meglio e raggiungono un pubblico nuovo e quali contenuti e formati piacciono di più alla community.


Dopo Facebook e Instagram, lo shop sbarca su WhatsApp e Messenger. Infatti, i negozianti o gestori di e-commerce possono caricare il proprio catalogo di prodotto su queste piattaforme di messaggistica e inviarlo ai clienti. Negli Stati Uniti è previsto il lancio dello shop anche nel Marketplace, spazio dedicato agli acquisti. Con molte probabilità, arriverà in Italia.

Altra novità in arrivo sono le recensioni per gli shop su Instagram con tanto di immagini e video.

In arrivo anche la realtà aumentata grazie alla partnership con Modiface (società di L’Oreal) e Perfect Corp, da utilizzare nei cataloghi, nelle inserzioni e su tutte le piattaforme di shop. La realtà aumentata dà vita a AR Try-on, funzionalità che permette di “provare” il prodotto nell’ambiente prima di acquistarlo.


Tutte le altre novità in arrivo


Tempi duri per chi condivide notizie false: infatti, Facebook penalizza utenti e pagine che condividono fake news. Gli utenti verranno informati con un pop up che si trovano di fronte a una notizia falsa e utenti e pagine che contribuiscono alla diffusione della disinformazione verranno limitate dagli algoritmi e non mostrate così agli utenti.


Nuova metrica per Facebook: il punto di distribuzione, per comprendere come migliorare la copertura organica dei post. Facendo clic sulla metrica è possibile vedere quali azioni influiscono sulle prestazioni, ad esempio commenti, condivisioni e clic.


Anche per la gestione dei gruppi ci sono nuovi strumenti:

  • Admin home: la pagina per gli amministratori e aver un facile controllo su post, membri e tutte le funzionalità.

  • Moderazione automatica: per bloccare utenti e post promozionali che non rispettano i criteri imposti dagli amministratori.

  • Member summary: per aver sotto controllo tutte le attività della community del gruppo.

Facebook si scatena!


Prendendo spunto da ClubHouse, arrivano anche su Facebook le sale audio, Un utente può accedere ad una stanza e ascoltare conversazioni con personaggi ed esperti pubblici. Una live audio room può ospitare fino a 50 relatori e senza limite al numero di ascoltatori.

Sulla piattaforma anche uno spazio per i podcast, per ascoltarli, commentarli, salvarli e condividerli. Tutto ciò porterà alle già annunciate Soundbites, piccole clip audio creative.



Bulletin è la nuova piattaforma per blogger, scrittori e content creator lanciata negli USA che siamo sicuri arriverà presto in Italia. Si tratta di un blog all’interno di Facebook personalizzato con contenuti scritti (articoli long-form) o audio (podcast). Gli autori potranno monetizzare il proprio lavoro con iscrizioni a pagamento o abbonamenti. Integrato con le pagine e ovviamente i gruppi, i creator e scrittori possono così costruire e mantenere un legame con la propria community. Ogni post pubblicato su Bulletin sarà visibile al pubblico nella sezione Facebook News e altri spazi e avrà una dashboard per visualizzare statistiche dettagliate sul rendimento di ogni contenuto pubblicato.


Pare che anche Instagram abbiamo in serbo per noi altre novità come spiegato sull’articolo uscito su TechCrunch: Exclusive Stories è la funzionalità che permetterà ai creator di pubblicare contenuti esclusivi nelle loro iG Stories e monetizzare da questi contenuti. Le prime indiscrezioni riportano che l’accesso a queste stories esclusive sarà disponibile solo a pagamento e con molta probabilità bisognerà sottoscrivere un abbonamento. Queste nuove stories saranno di colore viola, diverso da quelle che conosciamo e siamo abituati a vedere su IG e solo determinati membri (presumibilmente i fan con un abbonamento) potranno vederne il contenuto. Una story esclusiva non potrà essere screenshottata. Questa nuova funzionalità è ancora in fase di sviluppo e non è stata testata pubblicamente, perciò non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti da parte di Instagram.

Un’estate calda per il social media marketing: sotto l’ombrellone la lettura sulle novità social è assicurata!



6 visualizzazioni0 commenti