top of page

Il mio account Facebook è stato hackerato: cosa devo fare?

Aggiornamento: 18 set

Avere il profilo Facebook bloccato è un gran problema, ti sveliamo cosa fare se il tuo profilo Facebook viene hackerato.


Cosa vuol dire hackerato? Hacking è una parola inglese e significa che qualcuno (con le proprie competenze informatiche) ha ottenuto un accesso non consentito e forzato al vostro profilo social. Profilo hackerato non indica una sola azione, ma spazia da un semplice origliare e spiare a un’avanzata violazione di sicurezza. L’hacker in questione ha completo accesso ai tuoi dati personali e può mettere in atto diverse azioni, come insoliti contenuti pubblicati, che siano post, video, stories o foto solitamente accompagnati da link di dubbia provenienza. Altre azioni possono essere l’aggiunta di contatti e amici sconosciuti, un cambio improvviso di nome utente, password o mail associata al profilo e l’invio di messaggi privati alla propria rete.



Ricordiamoci che il furto d’identità (anche se si tratta di quella digitale) è un reato punito dalla legge e per questo ogni violazione deve essere denuncia alla Polizia Postale. E sui social network, quindi non solo Facebook, capita spesso che un account venga hackerato, rubato o clonato e creare danni alla persona in questione. Cosa fare se dovesse succedere al tuo account o a quello della tua azienda? Agire tempestivamente è il primo passo, perché anche se la strada sarà in salita, riavere il proprio account non è impossibile. Non tutto è perduto, ti spieghiamo come fare: devi solo continuare a leggere.


I campanelli d’allarme


Per comprendere se il vostro account è stato hackerato ci sono alcuni dettagli a cui prestare attenzione.

  • Modifiche al tuo indirizzo e-mail o alla tua password (in questo caso non sei in grado di fare il login a Facebook ed accedere al tuo account). Se l'e-mail associata all’account è stata cambiata, Facebook ti manderà una mail con una richiesta e un link speciale per annullare la modifica e proteggere così il tuo account.

  • Modifiche al tuo nome o alla tua data di nascita o altre informazioni personali

  • Inviate richieste di amicizia a persone che non conosci

  • Inviati messaggi non scritti da te

  • Pubblicati post o inserzioni non creati da te

I messaggi inviati e i contenuti pubblicati solitamente sono accompagnati da link di dubbia provenienza e sicurezza. Fate attenzione quando li vedete e, soprattutto, non cliccate!


Come verificare se c’è stata una violazione dell’account? Fai clic su “Il tuo profilo”, poi “Impostazioni e privacy” e infine “Registro attività”. Questa è la sezione dove visualizzare tutte le azioni fatte sul profilo, contenuti pubblicati, like messi, gruppi in cui hai commentato o gli amici che hai aggiunto. Un’attenta analisi farà emergere azioni sospette.


Un accesso sospetto verrà segnalato anche da Facebook che vi segnalerà la geolocalizzazione di esso. In questi casi è meglio procedere con un controllo del proprio account e avviare la procedura d’assistenza, suggerita da Facebook stesso: cliccate su Inizia per avviare lo strumento di assistenza guidata e seguite i passaggi per risolvere il problema.


Come faccio a proteggere il mio account?


Ogni giorno 2 miliardi di utenti utilizzano Facebook: i dati personali sensibili all’interno di questa piattaforma sono tanti. Per questo è importante prendere tutte le precauzioni necessarie per proteggere il proprio account da hacker e malintenzionati. Come tutelarsi?

  • Non usare la password di Facebook altrove

  • Scegliere una password lunga e complessa, utilizzando una combinazione di numeri e lettere che non siano legati alla propria vita quotidiana o a informazioni personali significative.

  • Non condividere mai le informazioni di accesso, e stare attenti a eventuali messaggi o e-mail fraudolenti che chiedono di inserire le proprie credenziali su siti esterni.

  • Controllare sempre l'URL del sito web prima di inserire i dati di accesso. Un consiglio è quello di digitare sempre www.facebook.com nel browser per accedere a Facebook in modo sicuro.

  • Non inoltrare mai e-mail di Meta ad altre persone, poiché potrebbero contenere informazioni riservate sul proprio account.

  • Disconnettersi sempre da Facebook quando si utilizza un computer in condivisione.

  • Non accettare mai richieste di amicizia da persone sconosciute o senza alcun punto di contatto o amico in comune. Spesso i truffatori creano account falsi per accedere a informazioni personali o per inviare spam, messaggi malevoli o post non desiderati.

  • Mantenere il browser web sempre aggiornato per prevenire eventuali vulnerabilità.

  • Non cliccare mai su link sospetti, anche se sembrano provenire da un amico o da un'azienda conosciuta.

Facebook sa quanto siano importanti la privacy e la sicurezza degli account di tutta la sua community globale. Ecco perché mette a disposizione strumenti per proteggere gli utenti.


Per controllare e modificare le tue impostazioni accedi a Controllo della privacy per:

  • Decidere chi vede cosa: post condivisi e le informazioni del profilo, come professione, età, situazione sentimentale, ecc.

  • Proteggere l’account aggiornando la password e attivando avvisi di accesso.

  • Scegliere come gli utenti possono trovarti.

  • Controllare le impostazioni relative ai dati su Facebook e controllare e rimuovere le app i siti web usate di recente a cui hai effettuato l'accesso usando il social network.

L’autenticazione a due fattori e Facebook Protect


L'autenticazione a due fattori è un sistema di sicurezza aggiuntivo rispetto alla password che ti aiuta a proteggere il tuo account. Nel momento in cui viene attivata l'autenticazione a due fattori, ti verrà richiesto di inserire uno speciale codice di accesso o di confermare il tentativo di accesso ogni volta che qualcuno prova ad accedere a Facebook con il tuo account da un browser o dispositivo mobile non riconosciuto.

Per configurare l'autenticazione a due fattori su Facebook, è necessario scegliere tra tre metodi di sicurezza:

  • Chiave di sicurezza su un dispositivo compatibile e generatore di codici all’interno della piattaforma.

  • Invio di codici di accesso tramite un'app di autenticazione di terzi (Google Autheticator).

  • Invio di codici sul tuo cellulare tramite SMS



Dopo aver attivato l'autenticazione a due fattori, puoi ricevere dieci codici di recupero (codici di backup) per l'accesso da usare quando non hai con te lo smartphone.


Ultimo strumento di sicurezza introdotto da Meta per aumentare la protezione degli account ed evitare violazioni della privacy e attacchi di hacker è Facebook Protect. Questa funzione semplifica l’implementazione e l’uso dell’autenticazione a due fattori ed è destinata ai profili e pagine di candidati politici e membri di partito e dei loro comitati elettorali.


Per attivare Facebook Protect, l'utente deve cliccare sulla sua immagine del profilo in alto a destra di Facebook, selezionare Impostazioni e privacy, poi Impostazioni e Protezione e accesso e sotto Facebook Protect, infine click su Inizia. L'utente verrà guidato attraverso una serie di schermate che mostreranno i vantaggi di Facebook Protect e scannerizzeranno l'account per identificare eventuali vulnerabilità. Al momento non tutti hanno accesso a Facebook Protect ma verrà esteso a livello globale nei prossimi mesi.


Come contatto l’assistenza di Facebook?


La domanda, però, è solo una: come si contatta l’assistenza di facebook?


Contattare l'assistenza di Facebook può essere frustrante, soprattutto se si tratta di risolvere problemi con il proprio account personale, perché non esiste un canale diretto: ricevere domande quotidianamente da 2 miliardi di utenti sarebbe per Facebook molto dispendioso.


Per coloro che gestiscono una pagina business su Facebook invece c'è un modo per ottenere assistenza diretta dalla piattaforma. Il primo passo è accedere al proprio account business su business.facebook.com/business/help e cliccare sulla sezione "Trova le risposte e contatta l'assistenza". Da qui, scegliere "Inserzioni" e avviare una chat con un rappresentante per ricevere assistenza in tempo reale. Attenzione: fate attenzione a fornire una descrizione chiara del problema e i propri dati per facilitare (e velocizzare) la risoluzione del problema!

Esistono due metodi alternativi sicuramente non diretti come la chat: cercare risposte in un forum dedicato o contattare l'assistenza via email.


Infine, a disposizione degli utenti c’è il Centro di Assistenza di Facebook: al suo interno si trovano i consigli, le guide, soluzioni ai problemi e tutte le domande più frequenti. L’ultima alternativa è “Segnala un problema” e attendere 48 ore lavorative per una risposta.


Se la risposta non arriva, il consiglio è sempre quello di insistere.




23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page