La checklist definitiva per la tua pagina Facebook

Aggiornato il: 28 dic 2020

10 consigli per condurre una rapida analisi della tua pagina aziendale su Facebook


Con 2,60 miliardi di utenti mensili attivi e 1,73 miliardi di utenti attivi quotidianamente, Facebook è entrato a far parte della nostra routine quotidiana e quasi non ce ne accorgiamo. Stando ai dati, oggi è ancora il social network per eccellenza, quello più popolare.



Essere presente sui social network può essere fondamentale per ogni business, dal più piccolo al più grande. Per questo, è necessario mettere in atto una strategia che ci permetta di farci trovare, di catturare l'attenzione di possibili clienti e convincerli così a contattarci e acquistare i nostri prodotti o servizi.


Se vuoi configurare e sfruttare al meglio la tua pagina aziendale Facebook, sei nel posto giusto.


Abbiamo stilato una breve guida in 10 consigli utili per poter condurre un’auto-analisi accurata della tua pagina Facebook, con una serie di suggerimenti per farti notare, apprezzare e per coinvolgere gli utenti. Cura e gestisci in modo professionale la tua pagina, ti servirà a vendere di più!


1. La struttura della pagina Facebook


Apri la tua pagina Facebook e controlla che:

  • l’immagine profilo sia adatta e ottimizzata nelle misure: una scelta giusta e strategica è mettere il proprio logo per essere riconosciuti subito. Il logo deve essere centrale per essere ben visibile. Dietro all’immagine profilo ricordati di inserire sempre la didascalia con descrizione di chi sei, cosa fai e rimando al sito se ce l’hai.

  • l’immagine cover sia anch’essa ottimizzata e ben utilizzata per mostrare un lato della tua attività. Periodicamente ricordati di aggiornarla e di inserire sempre la didascalia con descrizione all’immagine.

  • nella sezione informazioni ci siano: orari aggiornati, una breve e chiara descrizione e tutti i contatti (sito, numero di telefono, indirizzo mail, contatto WhatsApp)

  • le recensioni positive abbiano un posto di rilievo. Moltissimi utenti leggono il parere degli altri utenti prima di acquistare un prodotto. Rispondi sempre ad ogni recensione, ringrazia e interagisci.

  • a seconda dell’attività, ci possono essere più o meno tab. Fai un controllo delle tab disponibili ed inserisci solo quelle realmente interessanti e utile per la tua attività. Ad esempio, un ristorante può mettere il menù dei propri piatti.

  • le impostazioni della pagina siano tutte ben aggiornate.


2. Dai un’identità al tuo business


L’identità del tuo brand è riconoscibile, coerente e omogenea?

È innegabile che un profilo curato aiuti a valorizzare di più i contenuti. Definisci lo stile per dare ai post un tema e che diventi quasi identificativo della tua pagina e del tuo business.


3. Ogni quanto pubblichi?


Controlla tutto ciò che hai pubblicato fino ad oggi. I post vengono pubblicati con regolarità o in modo discontinuo e lontano nel tempo? Maggiore è la frequenza con cui pubblichi contenuti e maggiore sarà il numero di interazioni.

I contenuti che pubblichi devono essere in linea con il tuo settore, l’identità del marchio e gli obiettivi principali che ti sei prefissato. Ad esempio, se sei un negozio di abbigliamento e il tuo obiettivo è acquisire nuovi clienti e mantenere quelli già fidelizzati, un suggerimento per creare alcuni post può essere una rubrica settimanale di consigli su outfit alla moda.

Non pensare solo alla quantità: posta quando hai davvero qualcosa di rilevante da dire, ma fallo con costanza e scadenze regolari.


4. Cosa emerge dai tuoi contenuti?


Dai contenuti deve emergere l’essenza del tuo business. Chi sei, cosa fai e perché l’utente dovrebbe contattarti e scegliere i tuoi prodotti e/o servizi. I tratti distintivi rispetto ai tuoi concorrenti, i valori aziendali, la mission e la vision.


Sai cosa sono la mission e la vision? Non sono parole strane, ma ciò che devi avere bene in mente per creare contenuti ad hoc.


La vision di un'azienda identifica l'idea dell'imprenditore, il suo sogno e ciò che l'azienda vuole diventare in prospettiva futura. La mission, invece, rappresenta la dichiarazione di intenti di un'azienda e descrive in che modo devono essere realizzati gli obiettivi giorno per giorno.


5. Usi i formati corretti?


I contenuti visivi sono più efficaci sui social media rispetto al semplice testo. Un’alta qualità delle immaginiha un impatto positivo sul coinvolgimento degli utenti. Importante rispettare i formati adeguati per foto e video e variarli.


Il giusto mix premia! Se riesci alterne immagini singole, raccolte, video, grafiche, gallery, caroselli e dai spazio alla creatività.

E ricordati che il testo deve essere complementare alla parte visuale, chiaro e ben leggibile per l’utente: aiutati mettendo sempre spaziature, emoticon o hashtag. Non esagerare, però!


Evita di postare l’identico contenuto sia su Facebook che su Instagram: sono due piattaforme diverse ed ognuna ha le sue regole da rispettare. Adatta i tuoi contenuti alla piattaforma.


6. Attenzione ad inserire TAG e CTA


Nei tuoi post se citi partner, fornitori, supporters, taggali!

La CTA è l’invito all’azione: invita gli utenti a scoprirti tramite link che lo faranno approdare direttamente sul tuo sito o invitali a contattarti tramite e-mail o messaggio diretto.



7. Rispondi alle richieste dagli utenti


Gli utenti commentano, nel bene e nel male. I social media sono, metaforicamente, delle piazze in cui le aziende e i clienti dialogano e si confrontano.

Non cancellare commenti critici o scomodi. Eventuali critiche servono per migliorarsi, anche se siete convinti di fare le cose nel migliore dei modi possibili, bisogna comprendere che non tutti lo apprezzeranno, così come non tutti verranno a manifestare il loro disappunto in modo cortese e realmente utile.

Un vecchio detto affermava che il tempismo è tutto nella vita. Bisogna rispondere a tutti e il più velocemente possibile (tieni le 24h come regola).

Se un utente lascia una recensione, ringrazialo.


8. Considera Chatbot e altri metodi di interazione


Proponi una FAQ (un glossario delle domande frequenti) e valuta se introdurre automatizzazioni delle interazioni con Messenger, usando chatbot.


9. Ha già previsto un piano di Ads?


Per Facebook Ads si intendono tanto temute campagne di inserzioni a pagamento. Hai attivo un account pubblicitario? È indispensabile settarlo correttamente per iniziare ad operare.

Controlla nel pannello Gestione Inserzioni se c’è qualche Ads attiva. Pianifica prima gli obiettivi e poi lancia un’inserzione ad hoc. I risultati si vedono nel tempo: anche nel social media marketing non esiste il tutto, subito.

Un investimento moderato ma costante in Facebook Ads permette di avere più risultati che lavorare esclusivamente in modo organico.

E se hai un sito web o e-commerce e fai inserzioni, controlla di aver installato il Pixel di Facebook. Non sai cosa sia? Vai a vedere qui: http://bit.ly/pixelFB_agoemedia


10. Esiste un regolamento della tua pagina Facebook?


La netiquette è l’insieme di regole informali che disciplinano il buon comportamento di un utente sul web. Soprattutto quando un utente deve rapportarsi ad altri utenti attraverso social media, mailing list, blog, e-mail, ecc.


È l’unione di due parole: una inglese, network che vuol dire rete e una francese, étiquette, che sta per buona educazione. È il galateo informatico, le regole della educazione che invitano gli utenti a essere il meno possibile invasivi e scortesi. Può aver senso inserirla se inizi ad avere una community importante.


Cosa Aspetti? Check list alla mano e controlla la tua pagina aziendale Facebook!

© 2020 Ago&Media s.a.s. - P.IVA e C.F. 04270090162

PRIVACY POLICY  -  COOKIE POLICY