• Michela Fenili

10 semplici mosse per una strategia vincente su Instagram

Aggiornato il: nov 8

Instagram è una piattaforma dal potenziale enorme, non solo per le grandi aziende e brand, ma anche per le attività locali, piccoli imprenditori, liberi professionisti, artigiani. Permette di raggiungere un pubblico molto ampio sia per età che per interessi e se siamo bravi a parlare alla nostra nicchia, ci ritaglieremo la nostra fetta di pubblico e grandi soddisfazioni.

Oggi ti illustriamo 10 semplici mosse per sfruttare al meglio un account business su questo social.

Attenzione: non basta iscriversi e postare ogni tanto, perchè funzioni. Un profilo Instagram va curato nei minimi dettagli e continuamente aggiornato con contenuti seguendo un piano di pubblicazione preciso e ben studiato. Perseveranza è la parola chiave.

1. Dai un’identità al tuo profilo

Primo punto fondamentale: serve che il tuo profilo rispecchi il tuo brand, la tua azienda e il tuo business. Come fare?

Usa il tuo logo come immagine profilo e definisci lo stile da dare ai tuoi contenuti per creare un’identità forte.

È innegabile che un profilo curato con immagini coordinate aiuti a valorizzare di più i contenuti. Cerca di usare cromie ed effetti che diano ai post un tema, che diventi quasi identificativo del tuo stile e alle stories in evidenzia imposta un’immagine di copertina personalizzata per ogni raccolta.

Anche la bio è parte della tua identità: racconta chi sei e cosa fai in 150 caratteri. Attenzione: è il biglietto da visita che ti presenta ad ogni utente che atterra sul tuo profilo, assicurati che sia impeccabile e funzionale per trasformare un semplice visitatore in un nuovo follower!

2. Crea contenuti visivi di alta qualità

I contenuti visivi sono più efficaci sui social media rispetto al semplice testo. Una qualità migliore delle immagini ha un impatto positivo sul coinvolgimento degli utenti.

Ricordati di scattare foto o registrare video, anche con il cellulare, ma in luoghi con una buona illuminazione e dando un contesto al prodotto.

Attira l’attenzione e puoi aiutarti con app come Layout, Inshoot, Open Shot o altre.

Leggi anche il nostro articolo sui 20 migliori tools per il social media marketing.

Non dimenticarti di inserire sempre la didascalia alla foto o al video: è lo strumento che ti permette di mettere la parte visuale in relazione alla tua attività. Poche righe di testo per raccontare qualcosa possono contribuireal successo o no di un post. 




3. Modifica foto e video per avere uno stile coerente

Definisci un tema e seleziona un filtro o un insieme di effetti da utilizzare nella maggior parte delle tue foto e definirai così un’immagine coordinata del tuo brand o business, un’identità coerente e ben riconoscibile dai tuoi followers. Puoi anche utilizzare app di editing o munirti di preset per sviluppare e definire un look distintivo per il tuo feed. App come Unfold, Vsco, Snapseed ti vengono in auto.

4. Pubblica con regolarità

Su Instagram è importante mantenere una pubblicazione regolare. Maggiore è la frequenza con cui pubblichi contenuti e maggiore sarà il numero di interazioni (Like, commenti, visite al profilo, condivisioni, ecc.). Non c’è il numero perfetto di post, la maggior parte delle aziende pubblica 2 o 3 post alla settimana ad esempio. Stesso discorso per l’orario, non esiste un orario perfetto in cui pubblicare, esiste il tuo orario, sulla base di quando sono attivi i tuoi followers. Puoi provare a pubblicare post a intervalli diversi e in momenti diversi della giornata e vedere quali ottengono risultati migliori. Testare e valutare i dati è sempre la strada migliore.

5. Metti in risalto i tuoi prodotti

Le immagini più efficaci sono quelle più semplici: il protagonista deve essere il tuo prodotto.

Fai capire in modo chiaro e diretto di cosa ti occupi: mostrane l’utilizzo e le caratteristiche. Sei tu a conoscere al meglio la tua attività, scatena la creatività per falla arrivare al tuo pubblico con il tuo stile.

6. Svela i retroscena

Sai che molti brand hanno trovato il loro stile unico puntando su immagini di vita quotidiana? Mostra i retroscena, il backstage di produzione del prodotto, racconta la vita in azienda, le persone che la popolano: svela un lato che tendenzialmente rimane nascosto agli utenti, che così saranno incuriositi.




7. Presenta alla community i tuoi dipendenti

I primi brand ambassador di un’azienda sono i suoi dipendenti. Presentali sul tuo profilo con post ad hoc e coinvolgili nella strategia social aziendale, chiedendo loro di condividere post e stories riguardanti il lavoro e di linkare il tuo profilo nella bio del loro profilo di Instagram.

Saranno i tuoi migliori portavoce.

8. Metti in luce i tuoi clienti

Dopo i dipendenti, apprezza i tuoi clienti e rendili protagonisti. Utilizzare contenuti generati dagli utenti che hanno fatto esperienza del nostro prodotto o servizio è spesso una buona riprova sociale, per attivare altri potenziali clienti e coinvolgerli.

9. Interagisci con la tua community

I like e i followers non piovono dal cielo e comprarli è illegale: comincia a seguire i maggiori influencer del tuo settore, clienti e altri utenti che potrebbero rilevarsi e crea interazioni vere.

Aggiungi il link a Instagram sugli altri profili social, sito web, nella mail e su altri supporti di comunicazione, per una promozione incrociata. E poi… interagisci con la tua community!

Fai domande, risponde ai commenti, incoraggia le interazioni con la tua azienda. Accorcia le distanze con gli utenti. Esplora i loro profili, scopri cosa pubblicano, cosa seguono e condividono.

Conoscere la propria community è chiave per capirne gli interessi ed il linguaggio.

10. Usa gli hashtag

Gli hashtag sono un modo semplice per raggiungere più persone possibili con i contenuti che pubblichi. Sono essenziali per l’organizzazione dei contenuti in Instagram e aiutano il processo di ottimizzazione di un post e la scoperta di contenuti da parte degli utenti.

Non abusare degli hashtag molto popolari e generici, ad esempio quelli formati da una sola parola come #travel, ricorda che la scelta va fatta in modo ponderato, prediligendo quelli più pertinenti al contenuto dell’immagine e agli obiettivi di comunicazione. Analizza gli hashtag usati dai tuoi competitor e quelli che ben descrivono la tua nicchia. Crea un giusto mix, tra hashtag popolari, di nicchia e di media grandezza, la regola 10+10+10 funziona sempre!

Il numero massimo di hashtag che si possono inserire infatti è 30. Puoi inserirli sotto al tuo copy o nel primo commento.

Anche qui non vigono regole ferree su quanti è meglio usarne.

Se sei però un piccolo business ti consigliamo di inserirli, male non fanno.

© 2018 Ago&Media s.a.s. - P.IVA e C.F. 04270090162

PRIVACY POLICY  -  COOKIE POLICY